Art for Art's Sake, cinema, musica, what I call love

3 beautiful minds

Lou Reed ha appena postato questa foto sul suo profilo Facebook, e non ho potuto far altro che condividerla per via dell’immensa ammirazione che ho per i soggetti dell’immagine.

Va bè per quanto riguarda Nico non è proprio profonda ammirazione, ma Femme Fatale e I’ll Be Your Mirror cantate da lei spaccano.

Tra le altre cose, parteciparono in ruoli diversi (Warhol ne fu l’ideatore) a quella follia audiovisiva chiamata Exploding Plastic Inevitable, un happening/concerto/set in cui i musicisti erano insieme protagonisti e colonna sonora e gli spettatori guardavano ed erano guardati, ripresi e mostrati su grandi schermi.

Sebbene io preferisca la Pop Art inglese, ritenga che l’album di Lou Reed con i Metallica sia un insulto alle mie orecchie e che la polemica di Nico “i Velvet Underground mi hanno cacciata perché li stavo oscurando con la mia figaggine” fosse assurda anche per l’epoca, darei qualsiasi cosa per aver potuto origliare la conversazione immortalata  nello scatto.

Annunci
Standard

2 thoughts on “3 beautiful minds

    • Siamo in un tempo in cui basta scattare una foto per autodefinirsi “artisti”, se si guardasse maggiormente ai veri artisti, ai modi in cui hanno anticipato i tempi ed alla loro cultura, magari si volerebbe un po’ più basso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...