cinema, musica, teledipendenza, voyages

Mission: Impossible, ovvero come un giorno (che non è oggi) dimostrerò al mondo che Evita non è una cagata pazzesca

Ho in mente da alcuni giorni di scrivere un post sul film Evita, per dimostrare a tutti i miscredenti che storcono il naso ogni qualvolta io lo nomini che poche storie, è un film davvero figo.

Cioè ha una colonna sonora da paura, un Antonio Banderas da strapparsi gli abiti di dosso che canta con quell’accento spagnolo che non fatemi continuare, una storia interessante ed una Madonna quarantenne che interpreta Evita dall’età di quindici anni (!) in su.

Ok, quest’ultima caratteristica non aiuta la mia tesi.

Purtroppo però sono appena arrivata a casa dopo cinque ore di treno, parte delle quali passate a conversare con due signore livornesi particolarmente loquaci, dunque sono stanca e le mie sinapsi sono ancora più incasinate del solito.

Tipo che mi sto dimenticando una birra nel congelatore, ma crepa se mi alzo a prenderla.

Inoltre, ho appena scoperto che Joe Gilgun ha una parte nella terza stagione di Misfits.

No dico, Joe Gilgun.

(Lo so che non sembra particolarmente bello o affascinante, ma guardatelo in This is England, in This is England ’86 e poi ne riparliamo. So benissimo che la maggior parte di voi non cambierà idea, ma almeno avrete visto un bel film ed un bel telefilm quindi muti e guardate.)

Ne sovviene che dovrò passare le prossime ore a guardare tale serie tivù, soprattutto l’ultima puntata e non scriverò il motivo, altrimenti ci sarà di nuovo qualche genio che capiterà qui cercando termini osceni ed io sono una brava ragazza e bla bla bla [inserire discorso random volto a preservare la mia immagine già postato svariate volte]

Manco a dirlo, l’idea di correggere la relazione su Bona Sforza non mi sfiora affatto.

Annunci
Standard

One thought on “Mission: Impossible, ovvero come un giorno (che non è oggi) dimostrerò al mondo che Evita non è una cagata pazzesca

  1. Pingback: Cose che faccio quando dovrei studiare #1: cazzeggiare su Tumblr « you, me and everyone we know

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...