cinema

Lista di film più o meno improbabili che mi vien voglia di guardare a Natale

Nonostante l’apparente acidità da zitella/gattara che passa il tempo a sgranocchiare biscottini rinsecchiti davanti a Beautiful, ci sono momenti in cui anche io sento l’atmosfera natalizia (certo, se invece di un cielo azzurro ed una temperatura di 10° ci fosse un po’ di neve sarebbe meglio, ma tant’è…). In particolare, il Natale mi fa venir voglia di guardare determinati film che col Natale in sé hanno ben poco a che fare.

Ecco la lista di tali film, inutile dire che la presenza di alcuni di essi è fonte di profonda vergogna per la sottoscritta.

1. I grandi classici (o I Grandi Classici, che è più ridondante)

Luci della città, Chaplin 1931 (occasionalmente sostituito da Luci della ribalta)

Arsenico e vecchi merletti, Capra 1944

2. Quelli “per la famiglia”

La famiglia omicidi, Johnson 2005

Correndo con le forbici in mano, Murphy 2006

3. Gli horror, per i momenti “Fan*ulo il Natale” (molto frequenti, nel mio caso)

Miriam si sveglia a mezzanotte, Scott 1983 (merita un premio per il trailer più brutto della storia del cinema ed il titolo con meno senso)

Sunshine, Boyle 2007

4. Quelli di cui mi vergogno

Giovani assassini nati, Lowi 2001 (anche in questo caso, il titolo è un abominio ed un volgare ed insensato richiamo a Natural Born Killers)

Hocus Pocus, Ortega 1993

5. Quei rari momenti di spirito natalizio, dove per spirito non intendo alcool

Love Actually, Curtis 2003

– Gli episodi natalizi di My name is Earl  (non avendo trovato clip di tali episodi, ho deciso di inserirne una in cui Randy canta un pezzo di Cyndi Lauper, così senza alcun motivo)

Suvvia ditemi, quali sono i vostri guilty pleasures natalizi?

Annunci
Standard

4 thoughts on “Lista di film più o meno improbabili che mi vien voglia di guardare a Natale

    • è sempre un’emozione quando il mio dio si palesa su queste pagine.
      Ho rivisto Sunshine due giorni fa, devo ammettere che in una lingua comprensibile non è male… credo che il problema a Dublino fosse che non abbiamo capito metà dei dialoghi, e che eravamo delusi dall’assenza di Capa in sala.
      Che poi dai, Robert Capa???

  1. theemeraldforest ha detto:

    Condivido in pieno la prima parte della lista e, perché no, anche la seconda parte può dare i suoi effetti positivi: credo che faccia bene un po’ di sana monnezza ogni tanto… soprattutto nel santo natale patria del kitsch supremo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...