cinema, teledipendenza, Torino

Christmas could have been all around. E invece.

Avrei tanto voluto scrivere superficiali ed insensati auguri di buon Natale e destinarli a caso, ma nessun canale televisivo ha trasmesso Love Actually ed io sono diventata il Grinch.
L’unico gesto natalizio che mi sono sentita di fare? Comporre un trittico con un’immagine di This Is England e farne uno sfondo per il cellulare.
Posso scegliere quale parte del trittico usare come immagine fissa, e per ora la Sacra Famiglia ha vinto.
In fondo, domani sarà Natale.
Ma a Santo Stefano Smell e Kelly avranno la meglio.

image

Annunci
Standard
cinema, Considerazioni sparse, Torino, what I call love

Interno notte, dicembre 2012

– Anche tu, come la tua amica, odi Pierce Brosnan e Denzel Washington?
– Ovvio. Pierce Brosnan ha detto cose orribili su Robin Williams e ha tentato di rubargli la famiglia.
– Ma non è vero!
– Invece sì. E lui avrebbe dovuto avere un cocco. E Denzel Washington la deve smettere di avere l’atteggiamento di chi sa tutto. Come Ligabue.
– Quindi anche se Brosnan facesse un film in cui trova la cura per il cancro, lo odiereste ugualmente.
– Certo. Non poteva trovarla prima, invece di rubare la famiglia a Robin Williams?
– … (si versa un ulteriore cicchetto di grappa).

FINE

 

Standard
universi paralleli

Il magico mondo delle fiere

– Ma una birra omaggio?
– Anche no?

– Posso assaggiare una birra?
– Certo, quale?
– Tutte!

– Ma tu non sei ceca!
– No
– Infatti… Ci vedi benissimo!

– Mi fai assaggiare la Becerosca? (Becherovka)
– Vuoi un bicchierino o un assaggio?
– Un assaggio… A testa. Siamo in quindici.

– Mi dai la birra che bevevo sempre a Praga?

– Ma questo assenzio è allucinante?

image

Standard