cinema, Considerazioni sparse, teledipendenza

Bentornati al Bates Motel (prime impressioni)

pic

Trovandomi in un periodo di profondissime riflessioni riguardo gli alberghi (meglio non approfondire, è qualcosa che ha a che fare con gli 883 e gli Eagles) ed essendo una grande amante del capolavoro di Hitchcock, è stato naturale ed ovvio (e buono e giusto) guardare il pilot di Bates Motel, la serie tv prequel delle vicende che quasi tutti conosciamo.

Opinioni sparse in merito:

  • La madre sembra il personaggio migliore finora, la morbosità nei confronti del figlio emerge col contagocce e questo mi pare molto buono
  • Lo stupro è da brividi, la costruzione della sequenza da applausi. Stavo per piangere e vomitare insieme
  • Interessante la scelta di far arrivare Norman & Norma al motel appena prima della costruzione della nuova strada, elemento molto importante nel film di Hitchcock
  • Pollice verso per i nomi di madre e figlio. Allusione troppo forzata in contrasto con i sottili riferimenti Norman/Marion del film
  • Non sono sicura che l’ambientazione contemporanea sia un pregio. Telefoni cellulari, internet e simili potrebbero diventare un pasticcio poco credibile, MA
  • Applausi per il modo in cui scopriamo di trovarci in età contemporanea, a diversi minuti dall’inizio ed attraverso delle inquadrature costruite davvero molto bene
  • L’attore che interpreta Norman (Freddie Highmore) è molto bravo nell’adesione ad alcuni degli aspetti tipici del Norman/Anthony Perkins
  • I richiami al film sono abbastanza diluiti e raramente grossolani: la sequenza dell’occultamento del cadavere nel lago è decisamente la più riuscita in tal senso
  • Non so sinceramente che pensare delle allusioni ad una sorta di storia oscura del motel precedente all’arrivo dei Bates, ma al primo impatto ho storto un po’ il naso

pic

 

Per il resto, staremo a vedere. In generale non mi è dispiaciuto, ma temo che a parlare sia più che altro il fascino perverso esercitato dalla visione di casa Bates, e la pulsione voyeristica verso gli aspetti quotidiani delle vite degli assassini seriali (e non): anche se nella vita reale la trovo una pratica disgustosa, in ambito cinematografico sono senza difese.

Prossimo episodio: 25 marzo, emittente A&E, titolo “Nice town you picked, Norma…”

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...