Art for Art's Sake, Considerazioni sparse, Pisa, Torino

Come direbbero i Green Day

Mille volte mi sono ripetuta che questa volta sarebbe stato diverso, che sarei stata lungimirante e matura, che niente mi avrebbe impedito di, come si dice, fare le cose per bene (o di farle a modino, se siete di Pisa).
Invece, lo smalto celeste sbeccato, le occhiaie che neanche i filtri di Instagram sanno celare, l’assenza di pasti regolari ed equilibrati e i pisolini preserali (simili a svenimenti)sul divano di casa di mia madre raccontano una storia un po’ diversa.
E l’unico aspetto positivo di questa situazione è che i jeans comprati con i saldi anche se erano un po’ troppo stretti ora si chiudono senza problemi.
Insomma, l’ho fatto di nuovo come avrebbe cinguettato alcuni anni fa Britney Spears.
Nonostante l’estate metropolitana (giuro che non toccherò mai più l’argomento, so di essere stata un po’ monotematica ultimamente), sono riuscita a concludere un progetto a poche ore dalla scadenza e solo grazie al fatto che eravamo in due a doverlo consegnare, mentre a meno di una settimana da una scadenza un tantinello importante, sono ancora qui che mi gingillo con la mia solita procrastinazione.
In passato ho vantato di possedere quella sorta di fuoco creativo che mi impedisce di produrre in modo brillante se non a poche ore (a volte minuti) dal termine ultimo, ma come per tante altre cose, temo di non averci più l’età e se voglio continuare a dimostrare un po’ meno della mia età, magari è il caso di ridurre lo stress e la caffeina, soprattutto se quest’ultima proviene da confezioni greche di Nescafè scadute a giugno 2012.
Qualcuno dovrebbe insegnarmi ad elaborare piani di lavoro a lungo termine, a pianificare tempi e a suddividere gli impegni, ché altrimenti le mie coronarie a breve mi faranno causa per mobbing.
Tutto ciò per dire che ho buone ragioni di credere che a breve tornerò a scrivere su queste polverose pagine abbandonate (cioè non sono le pagine ad essere polverose, è lo schermo del mio pc), non appena la scadenza sarà ormai… scaduta, ed io avrò per l’ennesima volta inviato delle pagine scritte in preda alla febbre dell’ultimo minuto senza quasi rileggerle.
Intanto, gradirei suggerimenti in merito a film, serie tv, libri, fumetti, fotoromanzi, quiz televisivi e quantaltro, perché prima o poi avrò anche io una vita e perché non sprecarla davanti allo schermo di un pc.
Dai, aspetto suggerimenti.

Annunci
Standard

2 thoughts on “Come direbbero i Green Day

    • Ti ringrazio, appena avrò mandato a puttane l’intero lavoro mi ci dedicherò anche io (e poi, magari, fonderemo un club del libro di vecchie irrancidite come nei film americani)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...