Uncategorized

Canzone per l’estate

Veloce update con un caro saluto dall’aria condizionata dell’ufficio che mi ha trasformato i capelli in una bucolica e ondeggiante distesa di spighe di frumento.

Ho questo problema che se ascolto¬†una certa canzone, quando arriva il verso¬†You were never supposed to leave¬†mi pare di sentire l’odore del terriccio del paesello in cui sono cresciuta.

L’odore

Del

Terriccio.

Non il colore delle more mature tra i cespugli al limitare del bosco, non la sfumatura dei tramonti estivi, neanche il suono del ruscello in cui Рbambini poveri * che non andavano in piscina Рandavamo a sguazzare.

E neanche l’odore del pane caldo dal forno all’inizio della strada, o quello delle rose dei miei vicini di casa.

Odore di terriccio.

Le cose si mettono male, ma male assai.

* Questo amarcord – che sono certa non ascoltate da anni – √® il mio dono per l’estate. Non ringraziatemi.

Standard