teledipendenza

Psychoville pt.1, o uno dei modi con cui la BBC dà mer*a alla tivù pubblica italiana

Ci dev’essere qualcosa di davvero insolito in Gran Bretagna. Sarà l’ingente quantità di the, sarà l’avere nel XXI secolo una famiglia reale, o aver invaso e devastato mezzo pianeta – chi lo sa. Sta di fatto che questa piccola isoletta dalla forma bizzarra ha – mettetevi seduti, prendete fiato – una television pubblica guardabile. Chi […]

Standard
Uncategorized

#lecosedellestate: serie tv

È stata un’altra estate atipica, fatta di brevi incursioni sulle spiagge della riviera albanese, di molti progetti e di qualche momento di relax. Libri, film e serie tv sono stati ben poco estivi, ma l’autunno si avvicina ed alcune cose potrebbero essere molto adatte alle giornate piovose. Quindi eccoci qui, iniziamo dalla serialità televisiva. American […]

Standard
cinema, Considerazioni sparse, Film, Pausa caffè, teledipendenza, Uncategorized

Pausa caffè 2: la costruzione televisiva di un mostro

Dato che sul Giorno della Memoria mi espressi già alcuni anni orsono, ritento l’esercizio di sintesi iniziato la scorsa settimana: siore e siori, la pausa caffè. Chi segue la pagina Facebook del blog (questa) e ieri sera intorno a mezzanotte stava cazzeggiando online l’avrà già letto, comunque mi ripeto: il 24 Dicembre, dopo circa tre […]

Standard
Considerazioni sparse, Libri, teledipendenza

Iniziare il 2016 senza voice over si può

A posteriori, mi sembra quasi assurdo aver scelto – ormai dodici anni fa – di studiare cinema: a causa di un traumatico incontro con il film Piccole Donne, nella mia scala di valori la letteratura ha sempre battuto il cinema a mani basse. C’è da ammettere che quella scala non è cambiata poi così tanto, considerando […]

Standard
Libri, teledipendenza

Contrabbandieri e assassini per la Festa dei Lavoratori

Ci sono cose, nella serialità televisiva, che tutti dovremmo apprendere dai britannici. Soprattutto il minimalismo temporale (concetto appena coniato così, in un primo maggio qualsiasi), ossia la capacità di condensare gli eventi nel giusto tempo, di non renderli eccessivamente stiracchiati ed annacquati. Un esempio? Misfits: stagioni da 8 puntate ciascuna, e passa la paura. Un pessimo […]

Standard
teledipendenza, Uncategorized

Novità televisive d’oltremanica: The Village (2013)

Che gli inglesi posseggano un talento particolare per la produzione seriale televisiva è una verità universalmente accertata, così come lo è il loro gusto estremamente trash per le celebrità locali, le storie perverse, gli incesti e gli adolescenti malvestiti, tutti elementi che contribuiscono a creare la grande contraddizione della televisione britannica: come può un popolo […]

Standard
cinema

Hai 90 minuti da perdere e non ti piace il calcio? Guarda anche tu The Girl!

Data la mattinata carica di stress e di potenziali fallimenti per il momento non ancora documentati, considerato il pomeriggio trascorso tappata in casa ad alternare brevi penniche a visioni semiattente di episodi di serie tv che ormai si reggono sulla forza comica di un personaggio su quattro (sì Misfits, ce l’ho con te. Parafrasando la […]

Standard
cinema

Facciamoci del male: i film dell’infanzia ed i loro effetti sulla (mia) psiche

Eqquindi è successo che il post precedente (sì, quello allegro e traboccante di gioia) ha scatenato una retrospettiva mentale che si è trasformata in ricerca compulsiva su YouTube. L’argomento di tale interessantissima operazione? I miei primi ricordi cinematografici. I risultati sono stati oltremodo… inaspettati, quantomeno a livello generale, ed inaspettatamente (oh, giuro che se la […]

Standard
teledipendenza, Torino, Uncategorized

Yeah, but… no, but… yeah, but no, but…

Non solo mi son sentita definire una “tamarra delle popolari” mentre pranzavo con pasta e ceci una qualsiasi domenica mattina alle 11:30, mi si è anche fatto notare che la mia mise casalinga è pressoché identica alla tenuta standard di Vicky Pollard. La somiglianza è lampante. Vorrei sottolineare come il mio atteggiamento da tamarra delle […]

Standard